Feed RSS

Cosa fai a Siracusa quando piove?

Inserito il

1.Piove con una intensità tra il debole e il medio, tu:

A) Telefoni immediatamente a tutti i tuoi cari per sapere se sono al sicuro

B) Prendi la macchina ed esci senza motivo: così, tanto per incasinare la città

C) Vai al supermercato e fai incetta di generi di prima necessità nel timore di un imminente nubifragio

D) Tiri fuori dall’armadio la tuta che ti regalò Messner di ritorno dalla spedizione in Antartica e ti chiedi se sia questa l’occasione giusta per indossarla (propendendo più per il sì che per il no)

E) Chiami l’Enel e protesti preventivamente (tanto lo sai che da lì a qualche minuto toglieranno la luce)

F) Entri (da notarsi l’uso transitivo del verbo) le robbe stinnute

2. Piove con una intensità da medio a forte, tu:

A) In preda al terrore, corri al cinema, ma entri in sala solo a film iniziato, in modo da poter godere del conforto della presenza di sconosciuti senza dover mostrare loro la tua paura.

B) A chiunque ti chieda di uscire, notifichi con una certa perentorietà che non intendi avventurarti all’esterno per almeno tre giorni a partire da quando scampa (da notarsi che in siracusano la voce verbale per indicare il cessare della pioggia coincide con quella italiana per lo scampato pericolo).

C) Con la tipica esaltazione da burrasca sul volto, esclami Talé cchi mmala sirata, e gongoli al pensiero di poter guardare la ghigliottina in tv senza per questo doverti sentire un nanno.

D) Ponderi vantaggi e svantaggi di un simile acquazzone per il giardino della tua villetta di Fontane Bianche, anche se del giardino non te ne è fottuto mai un cazzo e ormai da decenni le ortiche hanno preso il sopravvento.

E) Tremi al pensiero di quando tua moglie scoprirà che non sei andato da Accarpio o da Floresta a comprare il telo di plastica trasparente per coprire le robbe stinnute di cui alla domanda precedente

F) Chiami anche tu i pompieri, come migliaia di altri concittadini, non per reale necessità, ma per il semplice gusto di intasargli il centralino chiedendo cose come: “Ma vi sta chiamando tanta gente? E che cosa è successo?”

3. Pioviggina per circa tre minuti e poi smette. Il cielo è tuttavia ancora grigio. Tu:

A) Ammazzi a tumpulate tuo figlio perché è uscito con lo scooter ed è caduto, nonostante tu gli avessi raccomandato di non farlo perché con questa pioggia le strade diventano saponetto

B) Fai leva e metti col K-way (meglio noto in città come cappa uei) da 3 euro del Decathlon fino a quando la lampo non si inceppa (del resto lo hai comprato 3 euro al Decathlon) e rimani a squarare come una scimmia avvolto nella plastica

C) Esci immediatamente a cogghiere crastuna

D) Bestemmi tra te e te perché volevi uscire a fare spacchio con la moto BMW (di cui riesci a pagare le rate solo grazie alla pensione con accompagnatore di tua zia che – sebbene morta nel lontano ’76 –  continua ad abitare con te sotto forma di salma impagliata).

E ) Attribuisci all’introduzione dell’euro la causa del cattivo tempo (come del resto fai con qualsiasi altra cosa scateni il tuo malcontento)

F) Telefoni a tua madre e le chiedi se stasera ti fa trovare pronto il macco o altra minestra a base di legumi, perchè ‘cu ‘stu friddu sape cchiù bella

4. Piove a fortissima intensità, ma solo per dieci minuti. Alla prima schiarita, tu:

A) Esci con addosso tutto il guardaroba invernale acquistato da Papini già a metà luglio.

B) Prendi lo scooter e percorri a 160km/h la via Elorina e/o il viale Ermocrate sperando di cadere a causa di una buca e poter essere risarcito dal comune.

C) Convogli l’acqua piovana della grondaia in un apposito bottiglione, al fine di utilizzarla per il ferro da stiro (ed evitare così le incrostazioni calcaree derivanti dall’acqua di rubinetto, oltre che risparmiare sull’acquisto di flaconi di acqua distillata)

D) Ti rechi con i bambini all’incrocio tra via Arsenale e Viale Regina Margherita, all’altezza del Corbino, per ammirare la potenza del torrente in piena e insegnare ai pargoli l’arte della pesca al muletto di fogna.

E) Ti godi la quiete dopo la tempesta, del tutto conscio che dopo il breve acquazzone si ietta ancora cchiu cauru i prima

F) Ti ritieni molto fortunato a vivere nella tua soleggiata cittadina, e compatisci i settentrionali (o più estesamente i continentali) perché assai più esposti di te alle intemperie e alla natura matrigna.

Risultati

Maggioranza di risposte A : Siracusano Base 
Possiedi alcuni dei requisiti necessari ma la tua formazione è ancora incompleta. Forse sei ancora molto giovane, oppure ti sei trasferito qui dalla provincia. Comunque sei sulla buona strada.  Sintomo: non esci MAI senza prendere la macchina
Maggioranza di risposte B : Siracusano Tipo
Sei  già oltre i comportamenti base del Siracusano e stai per diventare la mina vagante (nella pioggia) che renderà la vita impossibile ai suoi concittadini. Sintomo:parcheggi solo a distanze  di metri 1 dalla destinazione.
Maggioranza di risposte C: Siracusano Medio
Sei un modello decisamente superiore ai precedenti, e molto, molto accessoriato. Sintomo: gli amici telefonano a te per sapere se in quel locale c’è gente conosciuta.
Maggioranza di risposte D: Siracusano sotto la media 
La tua è una distorsione peggiorativa del profilo C: sei come lui, però un po’ più scarso a piccioli e senza firme addosso. Sintomo: vai al campo tutte le domeniche.
Maggioranza di risposte E: Siracusano nel midollo
Le uniche speranze che hai sono riposte in un trapianto e in un donatore che venga da fuori. Vivi contornato di amici che non distingui perché avvolti in un manto confuso di giacche belstaff bianche e scarpe hogan. Sintomo: sei iscritto al circolo unione.
Maggioranza di risposte F: Siracusano Olimpico
Appartieni al Gotha di questa città. Ti riunisci in segreto con pochi eletti per decidere quale locale deve essere affollato, quale invece deve andare deserto, e dove si va a ballare questo capodanno. Sintomo: saluti tutta la città con due baci al sivo sulla guancia.
Maggioranza di risposte G (anche se non c’erano domande G): Siracusano di riflesso
Non sei nato a Siracusa. Sei qui perché la tua zita o tuo marito è di Siracusa. Ci stai provando, a vivere qui, ma, come dire, ti mancano le basi. Sintomo: NON suoni il clacson prima che scatti il verde.
Maggioranza di risposte H (anche se non c’erano risposte H): Siracusano Smarrito
Vieni dalla Germania o dall’Olanda, hai affittato una macchina senza navigatore satellitare e ti sei ritrovato per sbaglio a Corso Gelone mentre cercavi di andare a Modica. Sintomo: ti affidi senza esitazione alle indicazioni deliranti dei cartelli stradali siracusani.
Maggioranza di risposte I (anche se non c’erano risposte I): Siracusano immemore
Sei andato via da Siracusa quando ti sei iscritto all’università, e da allora ritorni solo per le feste comandate. La tua Siracusa è un idillio reso dolcissimo dai ricordi del liceo. Sintomo: nel segreto della cabina elettorale, voti lega.
Maggioranza di risposte L (anche se non c’erano risposte L): Siracusano livoroso
Vivi a Siracusa, ma la odi. Volevi andare a vivere lontano, ma alla legione straniera ti hanno scartato perché avevi 9/10 di vista e ora fai il pendolare con Rosolini. Sintomo: se prendi una scaffa con la macchina, bestemmi solo ed esclusivamente Santa Lucia.
Maggioranza di risposte M (anche se non c’erano risposte M): Siracusano Pittoresco
Hai tra i 70 e gli 80 anni, ti sei trasferito a Siracusa dalla Svizzera perché ti è sembrata una città bellissima per viverci da pensionato. I siracusani ti deliziano come gli insetti deliziano un entomologo.Sintomo:non riesci a pronunciare correttamente il pronome personale iddu

»

  1. Ahahahhahahahahahah geniale!!!! Io soono con la maggioranza di risposte N (anche se non c’erano domande N) che quando piove mi metto davanti al computer e non fò un cazzo dalla mattina alla sera! SINTOMI? Piedi e mani ghiacciate anche con doppie calze/super guanti!!!

    Rispondi
  2. ahahahahahahahahahahah fantastico!!!! da siracusana leggendo quello che hai scritto non ho fatto altro che ridere tutto il tempo!!!! sono uscita B….ahahahaha si si proprio io!!! 😄

    Rispondi
  3. Io sono uno di quei lettori casuali di questo blog. Onestamente molti articoli non li trovo geniali. Trovo che atteggiamenti da lei elencati sono seriamente stereotipati,ed è comodo parlare per stereotipi.
    Ognuno può dire, scrivere, pensare, ciò che vuole, ma è anche vero che per certi versi mi sembra davvero offensivo circoscrivere un’intera cittadinanza a luoghi comuni, e trovo ancora più offensivo che tantissimi siracusani “si accollino” (giusto per intenderci) di passare per scimmioni privi di un sistema pensante, dei trogloditi.

    Rispondi
  4. Molto divertente.
    Evviva l’ironia e peccato per chi non la capisce! 😉

    Rispondi
  5. Uhmmm, a giudicare dai sintomi… sugnu Sarausanu sutt’a media!! …AIUTATIMI…

    Rispondi
  6. Sto morendo dalle risate, sto morendo dalle risate non ce la faccio più!
    A te, ispirato scrittore di questo post, dedico le lacrime che mi cadono giù..
    E mia madre si sta chiedendo in turco perchè mai sembro una gallina ruspante.
    Ti ho condiviso su Facebook, spero i tuoi prossimi post possano essere sempre brillanti e divertenti come questo.
    Grazie!!!

    Rispondi
  7. alexander nevski

    a ri genio!

    e comunque, a prescindere dalla tipologia, anche in caso di pioggia, il suggerimento è:

    tutte, TUTTEEE!!

    Rispondi
  8. Aaaaaaaaah ah ah ah

    Io sono con la maggioranza di risposte Z (anche se non c’erano domande Z)
    che quando smette di piovere me ne scendo “ai ru frati” e mi faccio un canestro di cicoria!

    Peccato che mi separano circa 900 km altrimenti lo farei sul serio …

    Complimenti per la trasmissione … 😉

    Rispondi
  9. grazie per le sane risate.. sei fuori come un balcone..!!

    Rispondi
  10. Stai attento che su FB iniziano a rubare stralci del tuo lavoro, non citano la fonte, si prendono i complimenti e forse si offendono pure se gli fai notare che, molto simpaticamente, non hanno cictato la fonte del loro mirabile humour.

    Rispondi
  11. d’accordo con tutto tranne quando dice esci per incasinare la città siracusa è un paese non è una città

    Rispondi
  12. ah si ‘n disgraziatu, mi staiu pisciannu i ‘ncoddu… ahahah

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: